Luoghi partigiani

Anello 14 "MEMORIA E PERCORSI PARTIGIANI"
Luoghi partigiani
Lapide del partigiano Gustavo Odino

Via Marco Polo n 26, San secondo di P.

Gustavo Odino cadde nel corso di un rastrellamento, che costò alla V° Divisione la bellezza di 24 caduti, deceduti in diverse aree delle valli e della pianura circostante Torino.

  528 m

Luoghi partigiani
Lapide del partigiano Godino Delio

Via Delio Godino n.8, San Secondo di P.

  404 m

Luoghi partigiani
Pilone del partigiano Giuseppino Fossat

Via Fossat n.9, Fraz. Camussi, San Secondo di P.

Giuseppino Fossat, un giovane impiegato (nato il 13 dicembre 1926), pur non incorrendo ancora negli obblighi di leva, si era arruolato prestissimo tra i partigiani della Divisione Alpina Autonoma Val Chisone. Sorpreso con alcuni compagni, nei giorni del grande rastrellamento che nell’agosto 1944 coinvolse le Valli di Susa, del Chisone e del Germanasca, tra il Colle della Balma ed il Colle della Valletta (spartiacque tra il Vallone di Rodoretto e la Val Troncea), cadde sotto il fuoco delle mitragliatrici nazifasciste

  397 m

Luoghi partigiani
Cippo dei Martiri del Bric

Via Massera, Prarostino

Monumento commemorativo dell'eccidio di nove civili commesso il 17/11/1944 da parte dei nazisti

  756 m

Luoghi partigiani
Luoghi partigiani
Ruderi Cascina Conte

Loc. Pian Morero, Bricherasio

L'edificio fu la principale base della squadra partigiana di Bricherasio fino all'estate 1944

  681 m

Luoghi partigiani
Cascina Badariotti

Strada Rivà, Bricherasio

L'episodio più cruento e ricordato della Lotta di Liberazione sul territorio di Bricherasio avvenne presso la Cascina Badariotti dove i partigiani nel novembre 1944 avevano portato un prigioniero su segnalazione di famiglia locale, reo di aver usato violenza su una ragazza. Il prigioniero fu interrogato il 18 novembre ma nottetempo riuscì a fuggire in circostanze misteriose e decise di vendicarsi denunciando i partigiani ai nazi-fascisti. Questi ultimi, giunti sul posto, non trovarono i partigiani ormai fuggiti ma trucidarono la famiglia Castagno che li aveva ospitati (la madre ed i tre figli) ed il civile Giulio Battaglia che era stato prelevato in paese per fare da guida lungo la strada.

  482 m

Luoghi partigiani
Cippo partigiano Cesare Caffaratti

Località Torretti, Bricherasio

Alla borgata Torretti nella notte del 18 novembre 1944 i nazi-fascisti sorpresero il giovane partigiano Cesare Caffaratti (il Cege del libro La Guerra di Bastian di P.Gili) che fu trucidato insieme al civile Vittorio Bonansea.

  447 m

Luoghi partigiani
Cippo dedicato al partigiano Giuseppe Sacchi

Incrocio Strada Del Gatto - Strada S.Michele, Bricherasio

Il partigiano di origine emiliana Giuseppe Sacchi qui cadde il 22 ottobre 1944

  387 m

Luoghi partigiani
Ecomuseo della Resistenza

Frazione S.Michele, Bricherasio

Il Museo ospita la mostra permanente tratta dall'omonimo libro "La guerra di Bastian" ed è aperto per visite solo su prenotazione al n°335.5793304

  400 m
  Sig. Remo Lasagno
  Scopri anche

Torna Su  Segnala Disservizio